bannerone int

Carburazione

Man carbura
Regolazione del carburatore
carburatoreLa procedura che segue può essere ignorata se il minimo del motore è corretto e se non si avvertono irregolarità a bassi regimi.
La regolazione della miscela per un minimo regolare e la regolazione dello stesso minimo, vanno svolti soltanto dopo che il motore ha raggiunto una temperatura normale. I risultati che si ottengono con il motore freddo, non saranno soddisfacenti in condizioni normali di marcia. Avvitare la vite di regolazione del getto del minimo fino al termine della sua corsa (senza forzare), quindi svitarla per il numero di giri indicato. Da notare, che sui modelli XT500E la vite è dotata di un cappuccio limitatore, fissato in fabbrica, per evitare errate regolazioni della vite.

La regolazione standard è la seguente: dopo aver avvitato a battuta la vita dell’aria, svitarla rispettivamente
  • XT500D: 1 giro e un quarto
  • XT500C: 1 giro e tre quarti
e successivamente regolare il minimo.
Se non siete soddisfatti di questa regolazione procedere come segue:
Avviare il motore e lasciarlo al minimo. Avvitare o svitare leggermente la vite di regolazione del getto del minimo (cd vite dell’aria), fino a trovare il livello al quale si ha il numero massimo di giri.
Nei carburatori dotati del cappuccio limitatore, la vite va regolata soltanto entro i limiti segnalati.
Usando la vite di arresto dell’acceleratore, quella con la testa zigrinata, regolare il minimo portandolo al numero di giri di 1000-1200, controllando che il motore giri “tondo” e regolare. Provare il motore e se necessario ripetere la regolazione della vite dell’aria ancora una volta, quindi, ripetere la regolazione del minimo.
Pulizia del filtro dell’aria
cassa filtroPer accedere al filtro dell’aria, rimuovere la copertura del telaio dal lato destro e togliere il coperchio della cassa del filtro, che è assicurato da tre viti. Il filtro è retto da un telaio in plastica e fissato sia davanti che dietro da due piastre. Afferrare le due piastre e far scivolare l’intero insieme dal suo alloggiamento. Staccare le piastre e rimuovere il filtro dal telaio in plastica. Il filtro va pulito accuratamente con un prodotto specifico per la pulizia dei filtri oppure con del petrolio bianco. Non è più consigliabile l’impiego della comune benzina perché con il tempo rovina la spugna del filtro. Strizzare senza torcere la spugna e lasciarlo asciugare. Impregnare leggermente il filtro con l’apposito olio, quindi comprimerlo delicatamente per rimuovere l’olio in eccesso. Il filtro deve essere bagnato, non inzuppato. Quando la spugna si danneggia o indurisce con l’età, va cambiata.
Mettere a posto il filtro seguendo all’inverso la procedura di smontaggio. Ricoprire con un velo di grasso la superficie del telaio del filtro per assicurare una tenuta ermetica con le piastre di supporto. Controllare anche che la guarnizione della piastra anteriore sia in buone condizioni e che sia sistemata correttamente.
Non avviare il motore senza filtro o con il filtro staccato: la miscela magra che ne deriva causerebbe un surriscaldamento che potrebbe portare al grippaggio o al danneggiamento del pistone.
Tra i filtri “aftermarket” in circolazione segnaliamo quello della K&N che insieme al pratico kit per la pulizia e l’ingrassaggio ne semplifica la manutenzione. Schema_Elettrico Accenzione Cambio_olio Frizione Pneumatici Freni Catena Lampadine Batteria

Informazioni aggiuntive