bannerone int

Il Motoclub

NASCITA E STORIA DEL MOTOCLUB XT500

Primavera 1999, un trafiletto su una rivista dedicata alle due ruote segnala un incontro tra i possessori della Yamaha XT500, la prima moto da enduro con motore a quattro tempi, famosa per aver vinto le 2 prime edizioni della Parigi-Dakar. L’idea di un raduno è di Riccardo Prati, un motociclista vero, capace di viaggiare dall’India in Italia in sella ad una Enfield Bullet 350 acquistata per l’occasione a Bombay.


Le adesioni all’appuntamento promosso da Riccardo furono più numerose del previsto. Contro ogni previsione gli appassionati della monocilindrica nipponica erano molti, nonostante negli anni ‘90 la XT500 fosse ormai considerata un mezzo fuori moda e faticoso da avviare. Il mercato delle due ruote era già dominato dalle maxi enduro, moto pesanti ma dotate di tutti i confort e dell’ormai irrinunciabile avviamento elettrico.
Nel mese di maggio, stabilita una piccola rete di contatti, veniva organizzato il primo raduno a San Piero in Bagno in provincia di Forlì. Sono in quindici a presentarsi all’appuntamento nonostante la giornata di pioggia torrenziale. Giusto il tempo di fare conoscenza, ammirare le rispettive XT e si iniziava un lungo giro in fuoristrada, nonostante il meteo inclemente e le strade sterrate completamente invase dal fango. Al termine della giornata una quindicina di persone di età compresa tra i 25 e i 50 anni si ritrovava attorno ad un tavolo come si conoscesse da sempre.
Dopo la cena e vari brindisi e ci si alzava dal tavolo con la promessa che ci si sarebbe rivisti.
Un impegno mantenuto alla lettera. Il raduno nazionale delle XT500 da quel giorno si ripete puntuale ogni anno anno, rigorosamente in posti diversi nel centro della penisola.
Nel 2001 visto il continuo aumentare dei partecipanti si decide di dare una veste ufficiale ad un club che fino allora era basato sul passa parola di un gruppo di amici. Viene costituito il Motoclub XT500, associazione sportiva dilettantistica non-profit affiliata alla Federazione Motociclistica Italiana. Con il passare degli anni gli iscritti al club continuano a crescere. Viene messo on-line un sito Internet con un un forum in cui i soci possono conoscersi e scambiarsi informazioni sulla motocicletta.
Oltre al raduno annuale estivo con il tempo nascono altri appuntamenti: la Motogelata, evento invernale in Garfagnana e il Motosbornisotto in provincia di Parma e Piacenza. La stagione si chiude nel mese di settembre con altri due appuntamenti: Serbatoi d’alluminio e gambe di legno nella zona dei castelli romani e nell’ultima settimana del mese il weekend nell’ Isola di Ischia.
Meritano di essere ricordati anche incontri episodici, come l’Alpitour del 2001. In due giorni otto XT500 partendo da Limone Piemonte, attraversano le Alpi in fuoristrada percorrendo parte della via Del Sale fino oltre confine in Francia. Nel 2002 una rappresentanza del Motoclub partecipa al 1° raduno internazionale XT500 in Val di Susa. Numerose anche le presenze di soci all’ Elefantentreffen.
Tra i traguardi di rilievo raggiunti, nel 2006 c’è il riconoscimento di Club Ufficiale Yamaha.
Nel 2009 a Novegro, il Motoclub organizza una esposizione per il trentennale della XT500. Vengono esposte tutte le 8 varianti della XT500 prodotte in oltre 20 anni di produzione, un’esemplare che ha partecipato alla prima Parigi-Dakar, delle TT500, una rarissima HL500 ed alcune special.
Il Motoclub inizia ad operare in sinergia con Yamaha partecipando con uno spazio proprio all’interno dello stand Yamaha nelle maggiori eventi fieristici nazionali.
Un ulteriore valore aggiunto che di fatto completa un calendario di incontri ricco e ben distribuito durante l’anno.
Quando abbiamo iniziato nessuno immaginava ci saremmo spinti così in alto.


Informazioni aggiuntive